9 giugno 2016

Informazioni alimentari

Informazioni alimentari

MAIS

Il mais è un’erbacea appartenente alla famiglia delle Graminacee, viene chiamato anche granoturco e grano siciliano
Esistono diverse varietà di mais: bianco, bianco perla, rosso, blu e perfino nero

Il mais contiene il 12% di acqua, il 9% di proteine, il 3,5% di grassi, il 2% di fibre alimentari ed il 73,5% di carboidrati, contiene inoltre vitamine del gruppo B e vitamine del gruppo A.

Il mais per il suo potere energetico è consigliato a chi si deve ristabilire fisicamente, per il suo contenuto di ferro è utile anche in caso di anemia, mentre  le sue fibre alimentari sono un aiuto prezioso per stomaco ed intestino e a mantenere basso il livello di glicemia nel sangue.

La farina di mais si distingue in farina bramata (a grana grossa per polente gustose), fioretto (per polente morbidee e delicate), fumetto di mais (grana finissima per la preparazione di dolci e biscotti)

Dal mais si estrae l’amido (maizena).

Curiosità
Il mais proviene dall’America, dove viene usato anche per la produzione del Bourbon.

RISO

Il riso è un’erbacea appartenente alla famiglia delle Graminacee.
Il riso è  di 4 tipologie: riso comune (chicco tondo e piccolo), semifino (chicco tondo e di media lunghezza), fino (chicco affusolato e lungo), superfino (chicco grosso e lungo) e di 10 varietà: arborio, baldo, basmati, carnaroli, maratelli, riso parboiled, di Grumolo delle Abbadesse, nero, vialone nano, traslucido.
Il riso che viene più utilizzato dai consumatori è quello brillato (trattato con talco o glucosio) che ha un potere astringente essendo privo di fibre.
Mentre quello integrale ricco di fibre è di stimolo all’evacuazione intestinale.
Il riso è un alimento rinfrescante e disintossicante ed altamente digeribile e non affatica lo stomaco.

Proprietà di alcune varietà di riso:

• Riso basmati
A basso apporto di grassi.
Tra tutte le varietà di riso è quella che contiene meno lipidi. È ben digeribile e ideale come contorno, al posto del pane.

• Riso nero selvatico
Ricco di proteine.
Cresce nel Nordamerica e si ricava dal seme di una pianta acquatica (Zizania aquatica). Ha un altissimo contenuto proteico (doppio di quello del riso comune) ed è indicato in caso di colite e gastrite.

• Riso bianco classico
Utile in caso di diarrea.
È carente di vitamine e minerali; è invece ricco di amido, che lo rende astringente, aiuta a combattere diarree e fermentazioni intestinali.

• Riso rosso
Riduce il colesterolo cattivo.
A chicco lungo o corto, è il riso ideale per chi vuole mantenere pulite le arterie.

• Riso integrale

Aumenta il senso di sazietà.
È indicato per chi desidera perdere peso e in caso di stitichezza.

• Riso Parboiled

Stimola il metabolismo.
Rispetto al riso brillato, il parboiled ha un contenuto di vitamine del gruppo B e di ferro da 2 a 4 volte superiore.

Curiosità
Il riso proviene dall’Asia, sono state trovate tracce di paddy (riso semilavorato) vecchie addirittura di 10.000 anni.

MIGLIO

Il miglio è un’erbacea appartenente alla famiglia delle Graminacee.
È un ricostituente ed energizzante naturale, è l’unico cereale alcalinizzante e di facile digestione.

Il suo chicco contiene minerali importanti come il ferro, il magnesio, il fosforo ed il silicio, contiene poche proteine quindi a pasto è sempre meglio accompagnarlo con legumi o carne.

Ricco di vitamine del gruppo A e B è un ottimo prodotto per la salute e la bellezza di pelle, capelli, unghie e denti.
È ricco inoltre di lecitina, sostanza che aiuta a tenere sotto controllo il livello del colesterolo nel sangue, aiuta la memoria e la concentrazione.

Per chi soffre di problemi alla tiroide è meglio non consumarlo troppo spesso perché contiene un inibitore della funzione degli ormoni tiroidei.
Il miglio è ricco di amido, quindi è un ottimo addensante naturale che può essere utilizzato per preparare polpette, crocchette, ecc., senza l’utilizzo di uova.

Curiosità
È un cereale che veniva utilizzato già dalla preistoria. Il suo chicco se correttamente conservato può restare commestibile anche per vent’anni.

GRANO SARACENO

Il grano saraceno è una pianta a fiore della famiglia delle Polygonaceae.
È ricco di calcio (superiore a quello presente nel frumento), ferro, fosforo, zolfo, manganese, magnesio e selenio. Ricco di vitamine del gruppo B, E e PP.

Il grano saraceno è energizzante e remineralizzante, consigliato a che è deperito ed affaticato. Inoltre grazie alla rutina in esso contenuta è consigliato agli ipertesi, perché conserva l’elasticità dei vasi capillari.
Il valore biologico delle proteine è pari a quello della carne e della soia.

Dalle ultime ricerche risulterebbe che il grano saraceno contenesse un principio attivo (chiroinositolo) che aiuterebbe ad abbassare la glicemia nel diabete mellito del 19%.
L’unico difetto è che potrebbe essere un potenziale allergene.

Curiosità
Il grano saraceno non è un cereale, né un legume, ma possiede le proprietà di entrambi.

QUINOA

La quinoa è una pianta erbacea della famiglia delle Chenopodiaceae (come gli spinaci o le barbabietole).

È ricca di fosforo, magnesio, ferro e zinco, oltre alle proteine vegetali.
Il magnesio contenuto aiuta a prevenire malattie cardiovascolari, aritmie ed ipertensione.

Ci sono più di 200 varietà di quinoa, quella più utilizzata è la quinoa Real (con poche saponine), altre sono: Bear, Cherry Vanilla, Cochabamba, dave 407, Gossi ecc.
La quinoa contiene una sostanza con azione protettrice del Dna, antinvecchiamento ed antitumorale, la trimetilglicina.

Curiosità
Gli Inca la chiamano “madre di tutti i semi” è l’alimento base delle popolazioni andine, è sacra ed è coltivata da 5000 anni.
Il 2013 è stato l’anno Internazionale della quinoa dichiarato dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite come riconoscimento per i popoli andini.


TEFF

Il teff è un’erbacea appartenente alla famiglia delle Graminacee.

Ci sono 2 varietà di teff: bianco e rosso in base alla colorazione del seme, quella più chiara è la più pregiata perché necessita di tecniche di coltivazione più accurate.
Il teff è ricco di calcio, potassio, ferro e fibre e soprattutto di carboidrati complessi, facilmente assimilabili.
Contiene un notevole contenuto di proteine e di ben otto aminoacidi essenziali.
Stimola la flora del colon e scientificamente è dimostrato che è un grande deterrente per il diabete.
Le farine ottenute sono integrali perché il seme viene macinato in toto.

Curiosità
Il cereale più piccolo del mondo, infatti il suo nome significa “perduto” per la facilità che il seme così piccolo scivoli fra le dita e venga perduto.

AMARANTO

L’amaranto è una pianta erbacea della famiglia delle Amaranthaceae.
È ricco dell’aminoacido lisina che apporta un elevato valore biologico di proteine, di calcio, ferro e fosforo è povero di sodio e non contiene grassi saturi.
È a base di fibre insolubili che aiutano la stitichezza.

Curiosità
Gli Aztechi lo definivano “il misterioso grano” o “il grano degli Dei” per le qualità nutrizionali, mentre gli Incas lo chiamavano “kiwicha” (piccolo gigante)per le qualità curative.


Sono arrivati dei nuovi integratori alimentari del Laboratorio “Chimicor” di Rossano Veneto:

*IL SILAFIT (SOLUZIONE SCIROPPO) vedi allegato
*LA CURCUMA (60 OPERCOLI DA 500 MG) trattamento di ulcere dello stomaco, disturbi digestivi, del fegato ed infiammatori (artriti reumatoidi), dissenteria, flatulenze, anticolesterolo, depurativo generale
*PLASMA DU DR. QUINTON (AMPOLLE) vedi allegato

SONO PRODOTTI IDONEI AL CELIACO, LI HO SCELTI PERCHE’ AIUTANO A SUPERARE PROBLEMI COLLEGATI ALLA CELIACHIA.
Il laboratorio Chimicor produce molti altri integratori alimentari, come gli oligocomplessi idonei ai celiaci, la dottoressa del laboratorio è disponibile al sabato mattino per qualsiasi informazione, in negozio da me comunque potete trovare il catalogo generale da consultare.

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: